clicca per l'ingrandimento clicca per l'ingrandimento clicca per l'ingrandimento clicca per l'ingrandimento

RICERCA

MENU

 PRESENTAZIONE
 DOVE SIAMO
 LA STORIA DI SPONSALIA
 LA FORTEZZA
 IL FIDANZAMENTO
 FORASTERIA
 I GIOCHI
 ALBO D'ORO DEL PALIO
 BANCHETTO NUZIALE
 I RIONI
 IL BALLETTO
 CULTURA - PRESEPE
 PROGRAMMA
 TRASFERTE
 CONTATTO
 INFO

 Proposta per gli Sposi
 "Matrimonio con la storia"

                                             

 LE CICOGNE  
 I ferri da finestra dei secoli XIV e XV un giallo d'arredo 
 urbano       

 

difici dei secc. XIV e XV conservano ancora dei caratteristici ferri sporgenti, c.d. cicogne, di foggia diversa, a volte molto elaborati e a volte semplicissimi, robusti, atti a sostenere un grosso palo di legno orizzontale, la cui presenza è testimoniata da molte opere pittoriche coeve.
La funzione di queste cicogne non sembra certa: alcuni studiosi ritengono che il palo servisse per sostenere delle tende, altri per mettere i filati di lana tinti ad asciugare, altri . per stendere al sole le lenzuola e materassi, altri per appoggiarvi stendardi durante feste o processioni, altri per appendervi gabbie per uccelli, altri per farvi posare i piccioni, altri per asciugare semplicemente i panni lavati.
Nessuna di queste tesi trova un riscontro attendibile dall'esame tecnico e tipologico dei ferri; né le fonti iconografiche permettono di avere un'idea sicura sull'uso effettivo delle cicogne.
Un giallo vero e proprio, quindi, che ha suscitato un'indagine condotta sulla scorta di numerosi riscontri pittorici e sulla catalogazione dei tipi presenti nel maceratese, nell'ascolano e, in genere, nell'Italia centrale. Come "testimoni", molti esperti di storia dell'architettura si sono rivelati poco attendibili, così come molti libri consultati hanno ' rivelato sovente una superficialità poco lodevole.
L'indagine - che, per amore di paradosso, si vuol denominare preliminare - porta ad un esame critico di ogni tesi avanzata. Nulla di più. Ed è gia molto, perché "ciò che in realtà cerchiamo è l'emozione della caccia: non dobbiamo essere scusati se la condu - ciamo male o stupidamente. Il fatto di non riuscire a catturare la preda è una questione diversa. Siamo nati per ricercare la verità; possederla spetta a un potere più grande" (Montaigne). Restano il fascino del mistero delle cicogne e l'invito a visitare località belle e sperdute dell'alto maceratese, alla loro ricerca.

clicca per l'ingrandimentoclicca per l'ingrandimento Sopravvivono solo le mensole, che testimoniano la primitiva presenza di Cicogne in ferro,
scomparse con gli anni.  

 La Favola di Forasteria e Rinaldo
c'era una volta tanto tempo fa il ducato degli Acquaviva...

 Statuto Associazione

 Bando di concorso

 Notizie per i soci

 Link collegati al Palio  del Duca

 I fornitori del Palio

 MECENATI (sponsor)

 Convegno
"FedericoII e gli Acquaviva

L'Associazione Palio del Duca, da sempre seriamente impegnata nella ricerca e nella valorizzazione delle radici storiche...

 Musica Celtica 
Si tratta di una musica popolare che affonda le sue radici nel IV secolo a.C., quando i Gaels (Celti che parlavano il gaelico)..... 

 Convegno la Fortezza di Acquaviva un matrimonio con la storia
Nell'anno 1443, Fracesco Sforza, proseguendo nella sua campagna .... 

 Primo Venerdi di 
   Agosto  
  

 Giovedì antecedente

 Domenica succesiva

|Presentazione | Dove siamo | Contatto | Info | La Storia|
|info@sponsalia.com | sponsalia@paliodelduca.it

SPONSALIA Copyright ©  | powered by TCM Spinelli srl